Beata V. MARIA del MONTE CARMELO (visualizza)

Il primo profeta d’Israele, Elia (IX sec. a.C.), dimorando sul Monte Carmelo, sopra l’odierna città di Haifa, dove aveva ricondotto il popolo di Israele al culto del Dio vivente, ebbe la visione della venuta della Vergine, che si alzava verso il monte, portando la pioggia e salvando Israele dalla siccità. In quella immagine tutti i mistici cristiani e gli esegeti hanno sempre visto la Vergine Maria, che portando in sé il Verbo divino, ha dato la vita e la fecondità al mondo.
Nel XII° sec. un gruppo di pellegrini occidentali, si ritirò sul monte Carmelo, edificarono una cappella dedicata alla Vergine, fù l’inizio dell’Ordine Carmelitano. Il 16 luglio del 1251 la Vergine, circondata da angeli e con il Bambino in braccio, apparve al primo Padre generale dell’Ordine dei monaci carmelitani, S. Simone Stock, all’epoca priore dell’Ordine Carmelitano, al quale consegnò uno scapolare in tessuto, col “privilegio sabatino”, ossia la promessa della salvezza dall’inferno, per coloro che lo indossano e la liberazione dalle pene del Purgatorio il sabato seguente alla loro morte. (Avvenire) Dal sito “santiebeati”
Nel 1786 papa Benedetto XIII° estese la festività liturgica a tutta la Chiesa latina.

Data

Lug 16 2022
Expired!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Content is protected !!