Festa dell’esaltazione della Santa Croce (visualizza)

Per il mistero della S. Croce, salvaci, Signore.

La Festa dell’Esaltazione della S. Croce ricorda il ritrovamento della croce di Gesù da parte di Sant’Elena, avvenuto, secondo la tradizione, il 14 settembre del 320. E’ una festività della Chiesa cattolica, ortodossa e di altre confessioni cristiane, in essa si commemora la croce sulla quale fu crocifisso Gesù.
Col termine di “esaltazione”, la festa passò anche in Occidente e dal VII° secolo, essa voleva commemorare il recupero, della Croce trafugata quattordici anni prima durante la conquista della Città santa, fatto dall’imperatore Eraclio nel 628.
La festa quale noi oggi celebriamo fa riferimento al mistero stesso della Croce e assume un significato ben più alto.
La glorificazione di Cristo passa attraverso il supplizio della Croce, l’antitesi sofferenza-glorificazione diventa fondamentale nella storia della Redenzione.
Come Cristo incarnato, si sottomette volontariamente all’infamante supplizio della Croce, così il cristiano, accettando questa verità, deve portare nel cammino d’ogni giorno la propria croce, sopportando sofferenze ingiustizie, invidie e maldicenze, questa è l’esaltazione della Santa Croce, la misericordia e il perdono, perché la Croce di Gesù è la nostra croce, la Sua esaltazione è la nostra esaltazione.
La Croce, il simbolo della religione Cristiana, fa volgere lo sguardo a tutti i “crocefissi” di sempre: poveri, immigrati, sfruttati, vecchi e ammalati e a noi verrà la salvezza tramite loro, per i quali sono sempre valide le parole del Vangelo «Avevo fame… avevo sete… ero forestiero… ero nudo… ero malato… » (Mt 25,42-45).
Se non ci fosse stato Cristo crocefisso, non ci sarebbe nemmeno la Croce e tale e tanta è la sua ricchezza che chi la possiede ha un vero tesoro ed in essa risiede la nostra salvezza.

Data

Set 14 2022
Expired!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Content is protected !!