CALENDARIO

Dicembre 2022

L
M
M
G
V
S
D
28
29
30
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
1
Eventi di Novembre

30th

Eventi di Dicembre

1st

Nessun evento
Eventi di Dicembre

2nd

Nessun evento
Eventi di Dicembre

3rd

Nessun evento
Eventi di Dicembre

5th

Nessun evento
Eventi di Dicembre

7th

Eventi di Dicembre

10th

Eventi di Dicembre

11th

Nessun evento
Eventi di Dicembre

12th

Nessun evento
Eventi di Dicembre

13th

Eventi di Dicembre

14th

Eventi di Dicembre

17th

Nessun evento
Eventi di Dicembre

18th

Nessun evento
Eventi di Dicembre

19th

Nessun evento
Eventi di Dicembre

20th

Nessun evento
Eventi di Dicembre

21st

Eventi di Dicembre

22nd

Nessun evento
Eventi di Dicembre

23rd

Nessun evento
Eventi di Dicembre

24th

Nessun evento
Eventi di Dicembre

25th

Eventi di Dicembre

26th

Nessun evento
Eventi di Dicembre

27th

Eventi di Dicembre

28th

Nessun evento
Eventi di Dicembre

29th

Eventi di Dicembre

31st

Nessun evento

LOCANDINE EVENTI

------- NOTIZIARIO -------

.....................................................................

……………………………………………………………
FRASE PRESA DAL DISCORSO O OMELIA DI PAPA FRANCESCO

Lo stile del nemico – quando parliamo del nemico, parliamo del diavolo, perché il demonio esiste, c’è! – il suo stile, lo sappiamo, è di presentarsi in maniera subdola, mascherata: parte da ciò che ci sta maggiormente a cuore e poi ci attrae a sé, a poco a poco: il male entra di nascosto, senza che la persona se ne accorga.

Udienza Generale
30-11-2022

……………………………………………………………
SANTO DEL MESE DI DICEMBRE

S. LUCIA, vergine e martire di Siracusa.
Siracusa, III secolo – Siracusa 304
Ricorrenza: 13 dicembre

Sin da fanciulla si consacrò segretamente a Dio e fece voto di perpetua verginità. Un giorno propose alla madre, molto malata, di recarsi al sepolcro di S. Agata per chiedere la grazia di guarirla. Giunte a Catania pregarono tanto che San Agata apparve in visione dicendo: “Sorella mia, perché chiedi a me ciò che tu stessa puoi ottenere per tua madre? Ecco che, per la tua fede, ella è già guarita!”. Fu allora che rivelò alla madre il desiderio di donarsi a Dio, rinunciando al matrimonio ed elargendo le proprie ricchezze ai bisognosi. Era solita portare aiuti ai cristiani nelle catacombe di Siracusa con una corona di candele, per illuminare la strada e poter portare più cibo con le mani. Denunciata e torturata, subì il martirio, all’epoca di Diocleziano nel 304, rimase miracolosamente illesa e infine uccisa con la spada per decapitazione. La leggenda che le fossero tolti gli occhi è falsa, ma si dice che esclamasse fra i tormenti: “farò vedere ai credenti in Cristo la virtù del martirio e ai non credenti toglierò l’accecamento della loro superbia”.
Il suo nome la collega alla luce: di lei si scrisse: “diffondeva la luce dei suoi occhi sulla lunga notte del solstizio”. Santa considerata simbolo della grazia illuminante.
Attributi: viene raffigurata con i suoi occhi sopra un piatto, ramo di palma, spada.

…………………………………………………………..

8 dicembre-
Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria

Andiamo incontro al Signore che viene.
Nei riti cristiani occidentali l’Avvento segna l’inizio del nuovo anno liturgico e termina con la Solennità di Cristo Re.
L’origine del tempo di Avvento viene individuata tra il IV e il VI secolo. La prima celebrazione del Natale, a Roma, a cui ci porta l’Avvento, risale all’anno 336, ma solo nel VI secolo si è creato un tempo di preparazione, di riflessione e di penitenza che assumerà più avanti un vero e proprio carattere liturgico.
L’Avvento (dal latino adventus=venuta) è un periodo ricalcato sul modello di preparazione alla Pasqua.
-La prima parte di esso è orientata all’annunciazione della venuta gloriosa di Cristo.
-la seconda parte è concentrata sulla nascita del figlio di Dio e sull’incarnazione del Verbo.
Durante l’Avvento sul presbiterio ci sarà una corona “Corona dell’Avvento” decorata con candele che scandiscono le settimane che mancano alla nascita di Cristo e verranno accese una alla volta per ogni domenica di Avvento. Se durante questo periodo non si recita il Gloria, ciò succede per una ragione differente rispetto al periodo penitenziale pasquale: il canto degli angeli sopra l’accampamento dei pastori “Gloria a Dio nel più alto dei cieli e pace in terra agli uomini che egli ama” (Lc 2,14) deve risuonare a Natale ancora una volta come un nuovo messaggio.
L’Avvento è un periodo di quattro settimane, contraddistinto da un atteggiamento d’attesa e di preparazione per l’accoglienza del Messia, all’insegna della vigilanza e della preghiera.
Tempo di attesa e speranza, ma anche tempo di ascolto attivo e di riflessione interiore, di rinnovamento spirituale, in cui il desiderio di Dio si rianima e diventa capace di dare un nuovo orientamento al nostro agire quotidiano.

error: Content is protected !!