Home page

                                                                                                                     MAPPA STRADALE  

 

 

 

 

 

 

 

- RUBRICA LITURGICA

 

La fede non va in vacanza
Durante la vacanza riserviamo sempre un tempo a Dio e non dimenticare il ....

Continua »

 

Solennità di Santi Pietro e Paolo.
Due apostoli e due personaggi diversi, ma entrambi ....

Continua »

 

Solennità della Natività di S. Giovanni Battista
S. Giovanni Battista fu il più grande fra i profeti con la ....

Continua »  

 

NOTIZIARIO

 

RINVIO SACRAMENTI ICFR

il vescovo Pierantonio ha stabilito che le celebrazioni dei sacramenti dell’iniziazione cristiana previste per i mesi di aprile, maggio e giugno, siano rinviate a partire dal mese di settembre.

Leggi il messaggio

 

 

 

IL NUMERO TELEFONICO

DELLA PARROCCHIA

030 3700600

E' MOMENTANEAMENTE

DISABILITATO.

Cel. 334 8000209

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
- AVVISI DELLA SETTIMANA-

LUGLIO 2020

 

 

 

-Sono riprese le S. Messe con i seguenti orari:
dal lunedì al sabato alle ore 18:30.
domenica soliti orari 8:00, 10:00, 11:15, 18:30.
Viene sospesa la S. messa feriale delle ore 8:00.
Con l'occasione sono riprese la trasmissione radio delle S. messe tramite l'apparecchiatura apposita acquistata in parrocchia.

 

-Il parroco e disponibile in chiesa dalle 10 alle 11 e dalle 16 alle 18.

-Raccolta alimentare o offerta per i bisognosi della parrocchia.

 

-All’ingresso della chiesa, è disponibile il Bollettino parrocchiale per coloro che lo desiderano.

Ultime copie.
   

 

 

LOCANDINE EVENTI

 

 

EVENTI DI LUGLIO                                     EVENTI DI AGOSTO

-----

L

M

M

G

V

S

D

 

L

M

M

G

V

S

D

 

 

 

1

2

3

4

5

-----

 

 

 

 

 

 

1

2

6

7

8

9

10

11

12

 

3

4

5

6

7

8

9

13

14

15

16

17

18

19

 

10

11

12

13

 

14

15

16

20

-----

21

22

23

24

25

26

 

17

18

19

20

21

22

23

 

27

28

29

30

31

 

 

 

24

25

26

27

 

28

 

29

30

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

         Inaugurazione e benedizione della statua di S. Pio a Cristo Re - 05/07/2020

                         

                                               foto Vito Ronchi                                     foto Vito Ronchi 

                                                                                            I SANTI LAICI

 Santa del mese di luglio

 

 

S. MARIA GORETTI, vergine e “martire della purezza”. Laica.
Corinaldo (Ancona) 1890 - Nettuno (Roma) 1902.
Proclamata santa nel 1950 da Pio XII.
Il corpo e le reliquie di Maria Goretti, sono conservati a Nettuno, nel Santuario di Nostra signora delle Grazie e di Santa Maria Goretti e a Corinaldo, in provincia d'Ancona.
Ricorrenza: 6 luglio


Figlia di contadini, Maria era la seconda di sei figli. I Goretti si trasferirono presto nell'Agro Pontino. Nel 1900 suo padre morì e la madre dovette iniziare a lavorare, lasciando a Maria l'incarico di badare alla casa e ai suoi fratelli. La mamma Assunta era analfabeta. «Maria era desiderosa -racconta la madre- di imparare le cose della fede, non ricordo sia mancata alla Messa e pur non sapendo leggere aveva imparato a memoria le preghiere e soprattutto il S. Rosario.
La fanciulla non litigava mai coi fratelli, se riceveva qualche frutta o altro lo distribuiva ai fratellini e alla mamma e riservava per sé i resti. «Maria -diceva mamma Assunta- nel mangiare non assaggiava nulla se prima non aveva fatto la parte a me ed ai fratellini.
A undici anni Maria fece la Prima Comunione e maturò il proposito di morire prima di commettere dei peccati. Quando ricevette Gesù nella prima comunione, ripeté a Lui la sua promessa, «O Gesù piuttosto che offenderti mi faccio ammazzare».
Quando Maria aveva 12 anni, Alessandro Serenelli, un giovane vicino di casa, con la scusa di farsi rammendare dei vestiti, attirò Maria in casa, la aggredì e tentò di violentarla. Alle sue resistenze e ai tentativi di difendere la sua castità, la ferì più volte con un punteruolo. Trasportata in ospedale il giorno successivo morì. Prima di spirare perdonò Serenelli.
In ospedale venne fatta la breve funzione della iscrizione e la benedizione della medaglia della Madonna. Il suo volto s'illuminò quando il cappellano, le appese al collo la medaglia che lei non finiva poi di baciare. Suor Aurelia Pecchini, riferì che Maria vedeva la Madonna e chiedeva di essere posta più vicino a lei. Ma nessuno la vedeva. E lei meravigliata: «Possibile che non la vediate? È così bella! tutta luce! io voglio stare più vicino alla Madonna». Chi fu presente non ebbe nessun dubbio che la Madonna le fosse apparsa.
L'assassino fu condannato a 30 anni. Si pentì e si convertì solo dopo aver sognato Maria che gli diceva che avrebbe raggiunto il Paradiso. Quando fu scarcerato dopo 27 anni chiese perdono alla madre di Maria. E trascorse il resto della sua vita come giardiniere e portinaio in vari conventi.
Fin da subito, la devozione per Maria Goretti si diffuse tra gli strati più umili della popolazione, in particolare quelli rurali; a cui apparteneva. La sua beatificazione avvenne nel 1947 con Pio XII, lo stesso papa che la canonizzò, dopo essersi congratulato con la madre, che ammalata e seduta su una sedia a rotelle, assisté al rito da una finestra del Vaticano.
Emblema: Palma

 

 

 

 

Frase presa dai discorsi o omelie di Papa Francesco

Saremo uomini e donne di risurrezione, uomini e donne di vita, se, in mezzo alle vicende che travagliano il mondo - ce ne sono tante oggi -, in mezzo alla mondanità che allontana da Dio, sapremo porre gesti di solidarietà, gesti di accoglienza, alimentare il desiderio universale della pace e l’aspirazione ad un ambiente libero dal degrado.