Home page

                                                                                                                     MAPPA STRADALE  

 

 

 

 

 

 

 

RUBRICA LITURGICA

 

Giornata Missionaria Mondiale
la Giornata Missionaria Mondiale è sempre stata considerata la “Festa di tutta la ....

Continua » 

 

Festa della B.V. Maria del Rosario
Questa memoria Mariana si collega con la vittoria della battaglia di Lepanto (1571), che arrestò la grande espansione ...

Continua » 

 

Ottobre missionario, mese missionario per eccellenza
Dal Concilio Vaticano II  in poi si è venuta formando nella Chiesa una nuova e più forte ....

Continua » 

 

 

NOTIZIARIO

 

Messaggio del Papa per la Giornata Mondiale  del Migrante e del Rifugiato 2021.

Leggi il messaggio

 

Messaggio per la 16° Giornata per la Custodia del Creato

Leggi il messaggio

 

 

 

 

 

 

Giornata Missionaria Mondiale

 

 

 

 

Ottobre dedicato alla devozione del S. Rosario

 

 

 

 

 

 
- AVVISI DELLA SETTIMANA-
 

OTTOBRE 2021

 

 

Domenica 17
-La raccolta delle offerte di tutte le messe sarà devoluta alle missioni.
-Spiedo o grigliata con polente, da asporto. Ritiro a partire dalle ore 12:00.

Venerdì 22
-Alle 17:00, Rosario missionario animato dai giovani della parrocchia.

Sabato 23
-Alle 20:30, in teatro, commedia di Nicolò Vilardi. Prenotazione obbligatoria.

DOMENICA 24-Giornata Missionaria Mondiale
-La raccolta delle offerte di tutte le messe sarà devoluta al “Punto Carità” della parrocchia che festeggia il suo primo compleanno.
-Dopo la S. messa delle ore 10:00, incontro dei ragazzi delle medie con il Gruppo Giovani della Parrocchia.
-Alle ore 14:00, visita guidata al Cimitero Vantiniano. Prenotazioni presso don Renato Baldussi. Massimo 30 persone.

Lunedì 25
-Alle 17:00 Adorazione Eucaristica missionaria.

In settimana verranno tolte le campane, si prega di non parcheggiare sul sagrato per agevolare la movimentazione della gru.


-ELEZIONI CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE
Nel mese di ottobre ci sarà il rinnovo del Consiglio Pastorale Parrocchiale e del Consiglio Parrocchiale per gli Affari Economici. La Comunità parrocchiale può candidare alcune persone che ritiene adatte per questo ruolo. Ogni persona interessata a ricoprire questo incarico può autocandidarsi per le elezioni. I nominativi si raccolgono presso don Renato Baldussi.

Da novembre riprende alle ore 17:00 l’appuntamento con l’Adorazione Eucaristica del primo venerdì del mese.

-Continua la raccolta alimentare per i bisognosi della parrocchia. I generi alimentari raccolti verranno distribuiti presso il PUNTO CARITÀ, via Fabio Filzi 3, tutti i lunedì dalle 14:30 alle 16:30.


La parrocchia ha aperto una pagina Facebook ‘Parrocchia Cristo Re’. Cercala, trovala e metti ‘mi piace’.

 

 

 

 

LOCANDINE EVENTI

 

 

EVENTI DI NOVEMBRE                                    EVENTI DI OTTOBRE

-----

-----

 

L

M

M

G

V

S

D

 

L

M

M

G

V

S

D

1

2

3

4

5

 

6

 

 

7

 

 

 

 

 

 

 

1

2

3

8

 

9

 

10

 

11

 

12

 

 

13

 

14

 

4

 

5

6

7

 

8

9

10

15

16

17

 

18

 

19

20

 

21

 

 

11

 

12

13

14

15

16

17

-----

22

23

 

24

 

24

 

25

26

 

27

 

 

18

-----

19

20

21

22

23

-----

24

28

29

30

 

 

 

 

 

25

-----

26

27

28

29

30

31

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

        

                           Premiazione di Roberto Piotti per la sua dedizione al lavoro                         

                                                                                                       

VITA DEI  SANTI STIGMATIZZATI

 Santa del mese di ottobre

 

S. Maria Faustina Kowalska al secolo Helena Kowalska.
Venerata come l'Apostola della Divina Misericordia.
Glogowiec, Polonia, 1905 - Cracovia, Polonia, 1938
Ricorrenza: 5 ottobre
 

Canonizzata da S. Giovanni Paolo II nel 2000.
Fin dall’infanzia si distinse per la devozione, per l’amore alla preghiera, per la laboriosità e per l’obbedienza.
Terza dei dieci figli di una coppia di contadini, lasciata la casa paterna a 16 anni, lavorò come donna di servizio finché, nel 1925, non entrò nella Congregazione delle Suore della Beata Vergine Maria della Misericordia a Varsavia; Trascorse il tempo del noviziato a Cracovia e lì pronunziò i primi voti, e dopo cinque anni i voti perpetui: castità, povertà e obbedienza. Con la vestizione religiosa, assunse il nome di suor Maria Faustina.
Impegnata nei più umili servizi in varie case della sua Congregazione, non lasciava trasparire nulla delle straordinarie comunicazioni divine, cercando invece di vivere strettamente unita alla volontà di Dio e confidando nella sua misericordia. L’austerità della vita e i digiuni estenuanti ai quali si sottoponeva anche prima di entrare nella Congregazione avevano indebolito il suo organismo.
Nonostante il fatto che frequentò la scuola per appena tre anni scarsi, ha scritto il "Diario" negli ultimi quattro anni della sua vita dove descrisse dettagliatamente ciò che voleva dire con un linguaggio molto chiaro, senza ambiguità, e con una grande semplicità e precisione.
Dopo l’anno di noviziato ebbe le prime dolorose esperienze mistiche e le sofferenze spirituali legate alla realizzazione della missione ricevuta da Gesù Cristo. Il Giovedì Santo del 1934 si offrì come vittima di espiazione per i peccatori e ciò le comportò, in seguito, una serie di varie sofferenze per la salvezza delle anime. «Ho bisogno delle tue sofferenze per la salvezza delle anime», le ha insegnato Gesù. «Sappi, figlia mia, che il tuo quotidiano, silenzioso martirio nella totale sottomissione alla mia volontà, conduce molte anime in paradiso, e quando ti sembra che la sofferenza oltrepassi le tue forze, guarda le mie piaghe. La meditazione sulla mia passione ti aiuta a sollevarti al di sopra di tutto».
Durante la sua vita religiosa avrebbe avuto grazie straordinarie: rivelazioni private, visioni, il dono dell'ubiquità, il dono della profezia e quello dello sposalizio mistico, inoltre avrebbe ricevuto anche le stigmate nascoste.
Negli ultimi anni della sua vita si intensificarono le sofferenze e ne sono state individuate tre categorie: la sofferenza fisica quella spirituale e quella da stimmate.
Alla prima appartengono: la malattia (la tubercolosi si aggravò e per questo dovette ricoverarsi due volte nell’ospedale dove ricevette il sacramento degli infermi).
Le sofferenze spirituali possono essere divise in due gruppi: al primo appartengono quelle "esterne", morali, al secondo invece quelle "interne", prettamente spirituali.
Le sofferenze da stimmate non si manifestavano attraverso segni esterni; il dolore da esse provocato era però molto più intenso e riguardava solo quelle parti del corpo in cui Gesù fu ferito, cioè delle mani, dei piedi, della testa e del fianco.
La vita di S. Faustina, ricca di diverse forme di sofferenza costituisce un esempio di come sia possibile vivere qualsiasi difficoltà alla luce della fede cristiana. Suor Faustina aveva capito che la sofferenza per noi cesserà di essere sofferenza: diventerà una delizia - annotava – «cioè non sono mai tanto felice, come quando soffro per Gesù che amo con ogni palpito del cuore».
Distrutta nel fisico, ma pienamente matura nello spirito, morì in fama di santità dopo 13 anni di vita religiosa.
Prima della sua morte, poche persone erano a conoscenza della sua profonda vita mistica e della missione che doveva compiere; oggi il messaggio della Misericordia a lei rivelato da Gesù è noto in tutti i continenti.

 

 

Frase presa dai discorsi o omelie di Papa Francesco.

 La forza della grazia ha bisogno di coniugarsi con le nostre opere di misericordia, che siamo chiamati a vivere per testimoniare quanto è grande l'amore di Dio. Andiamo avanti con questa fiducia: tutti siamo stati giustificati, siamo giusti in Cristo. Dobbiamo attuare questa giustizia con il nostro operato.

 

Incontro Udienza generale  

29/09/2021