.

Home page

 

Via Fabio Filzi, 5 - 25128 Brescia       [Mappa stradale]

 
 
 
 
 
 

 

 

- RUBRICA LITURGICA

 

Giornata mondiale dei poveri.
La Giornata mondiale dei poveri, che si è celebrata per la prima volta il 19 novembre 2017, è  ....

Continua »  

 

69° Giornata Nazionale del Ringraziamento.
Titolo del messaggio della “CEI”.
"Dalla terra e dal lavoro: pane per la vita".

Continua »  

 

Dedicazione della Basilica Lateranense
L'anniversario della dedicazione della basilica Lateranense, fu celebrato, a quanto sembra fin ....

Continua »  

 

 

- NOTIZIARIO 2018 - 20. . .

 

"La speranza del povero non sarà mai delusa".

Questo è il tema del Messaggio di papa Francesco per la III Giornata mondiale dei poveri.

 

 

Lettera ai parrocchiani.

Leggi il messaggio

 

 

.

 

 

Leggi Bollettino

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

- AVVISI DELLA SETTIMANA-

 

 

NOVEMBRE 2019


Sabato 16
-Alle 20:45, in chiesa, Concerto del coro polifonico “Le Voci di Zefiro”.

Domenica 17- Giornata mondiale dei poveri

-Alle 15:45, in teatro, spettacolo di Burattini per bambini e famiglie, “Le avventure di Arlecchino”.


Lunedì 18
-Alle 18:30, presso "Il Folle Volo" via Trento 64/A, inaugurazione della mostra “Le botteghe si raccontano” che sarà visibile fino al 24 novembre.

Martedì 19
-Alle 20:30, presso l’oratorio della parrocchia di S. Giulia, villaggio Prealpino, 2° incontro Corso di formazione per catechisti dei genitori, tenuto da Madre Eliana Zanoletti.
-Alle 20:30, presso "Il Folle Volo" via Trento 64/A, incontro "VIOLENZA DOMESTICA: LA PAROLA AGLI UOMINI", organizzato in collaborazione con il Consiglio di Quartiere Borgo Trento.
 

Mercoledì 20
-Alle 19:00, incontro del gruppo adolescenti.
 

Giovedì 21
-Alle 20:30, in chiesa, “Serata di preghiera” in preparazione all’arrivo del nuovo parroco.

Sabato 23
-Alle ore 15:00 ingresso, del nuovo parroco don Renato Baldussi, partendo dalla scuola Cesare Battisti, accompagnato dalla Banda musicale di Borgo S. Giacomo. Discorso di accoglienza delle autorità locali e S. messa solenne.

- La S. messa delle ore 18:30 viene sospesa.
-Alle 20:45, in chiesa, Concerto della corale nell’ambito della III° Edizione del festival della Pace “La musica che unisce” diretto dal maestro Gérard Colombo.


Domenica 24 - Solennità di Cristo Re
-Alle 11:15, S. Messa solenne presieduta da don Domenico Amidani già curato della comunità di Cristo Re.
-Alle 17:00, i Vespri solenni e Benedizione Eucaristica.
-Nel corso della giornata: Pesca di beneficenza, Brostoi e Vin brülé, Gazebo lavoretti artistici.

 

 

 

LOCANDINE EVENTI

 

                    NOVEMBRE                                                             DICEMBRE

-----

L

M

M

G

V

S

D

 

L

M

M

G

V

S

D

 

 

 

 

 

1

2

3

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1

-----

4

 

5

 

6

 

7

 

8

 

9

 

10

 

 

7

8

9

10

 

11

12

 

13

 

11

12

 

13

14

15

16

17

 

14

 

15

16

17

18

19

20

18

-----

19

20

 

21

-----

22

 

23

-----

-----

24

-----

-----

 

21

 

22

23

24

25

26

27

 

25

26

27

-----

28

29

30

-----

 

 

 

28

 

29

 

30

 

31

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I SANTI LAICI

 Santo del mese di novembre

 

S. OMOBONO di Cremona.
Cremona XII Sec. - muore nel 1197
Ricorrenza: 13 novembre

Oltre a essere patrono di Cremona, Omobono Tucenghi è protettore di mercanti, lavoratori tessili e sarti. Egli stesso, infatti, fu commerciante di stoffe stimatissimo in città. Era abile negli affari e ricco. Oltretutto viveva solo con la moglie, senza figli. Ma il denaro, nella sua concezione della ricchezza, vista non fine a se stessa era per i poveri. La sua azione lo portò ad essere un testimone autorevole in tempi di conflitto tra Comuni e Impero (Cremona era con l'imperatore). Quando morì d'improvviso, il 13 novembre del 1197, durante la Messa, subito si diffuse la fama di santità. Innocenzo III lo elevò agli altari già due anni dopo. Riposa nel duomo di Cremona.
Quando morì, presto si diffusero notizie di miracoli da lui compiuti. Altrettanto rapidamente iniziarono pellegrinaggi alla sua tomba, che convinsero addirittura il vescovo Sicardo e una rappresentanza cittadina a rivolgersi a papa Innocenzo III (questa venne interrogata dal pontefice in persona), che canonizzò Omobono già il 13 gennaio 1199 con la bolla Quia pietas, nella quale lo definì “pacificus vir”, a meno di due anni dalla morte.
Sembra che Omobono sia stato il primo laico italiano della storia ad essere canonizzato da un papa.
Patronato: Cremona, Mercanti, Lavoratori tessili, Sarti.

 

 

 

 

 

 

 

Frase presa dai discorsi o omelie di Papa Francesco:

 Non c’è vita dove si ha la pretesa di appartenere solo a sé stessi e di vivere come isole: in questi atteggiamenti prevale la morte. È l’egoismo. Se io vivo per me stesso, sto seminando morte nel mio cuore.

Angelus in Piazza San Pietro

10/11/2019