.

Home page

 

Via Fabio Filzi, 5 - 25128 Brescia       [Mappa stradale]

 
 
 
 
 
 

 

 

- RUBRICA LITURGICA

 

Commemorazione di tutti i fedeli defunti
La pietà verso i morti risale agli albori dell’umanità, mentre la commemorazione liturgica di ....

Continua »

 

Solennità di tutti i Santi
Nella festa di tutti i Santi celebriamo ed invochiamo gli uomini fedeli a Dio, coloro che hanno ricevuto la .....

Continua »

 

Giornata Missionaria Mondiale
la Giornata Missionaria Mondiale è sempre stata considerata la ...

Continua »

 

Ottobre missionario
L’ottobre missionario è riconosciuto tradizionalmente come mese missionario per eccellenza e si articola attraverso un cammino di ...

Continua »

 

 

 

- NOTIZIARIO  2017

La comunità di Cristo Re da il benvenuto a don Alex Recami ....

Continua »

 

 

Nuovo vescovo di Brescia

Mons. Pierantonio Tremolada è stato nominato dal Papa alla guida della diocesi di Brescia come nuovo vescovo. Succede al ......

Continua »

 

.

 

----------------------------------

.

 

 

 

 

 Anniversario della Dedicazione della nostra chiesa a Cristo Re

 

 

----------------------------------

 

 

Adorazione Eucaristica

 

- AVVISI DELLA SETTIMANA-


OTTOBRE 2017

 

Domenica 22 - Giornata missionaria mondiale.
-Alle 19:15, in oratorio, incontro del gruppo adolescenti.

Martedì 24
-Alle 16:00, in sacrestia, la catechesi biblica.
-Alle 20:45 nel salone dell’oratorio, inaugurazione della mostra fotografica e incontro su “1977: nasce la scuola, materna Cristo Re”.

Giovedì 26
-Alle 20:00, primo incontro del gruppo giovani con don Alex.
-Il momento di Adorazione Eucaristica del giovedì, dalle 16:30 alle 18:30, viene spostato nel medesimo orario alla giornata del venerdì, in concomitanza con il “Gruppo preghiera”.

Venerdì 27
-Alle 20:30, in oratorio, incontro dei catechisti delle elementari e delle medie.

Sabato 28
-Alle 9:00, nei locali de “Il folle volo”, via Trento 64/a, “per una città aperta, solidale, accogliente”: incontro con mons. Giacomo Canobbio, Anna Richiedei, Marco Fenaroli, Laura Gamba.

Domenica 29 - Festa della dedicazione della nostra chiesa.
-Nella S. messa delle 11:15, la celebrazione di un battesimo.

 

 

 

LOCANDINE EVENTI

 

             NOVEMBRE                                                         OTTOBRE

L

M

M

G

V

S

D

 

L

M

M

G

V

S

D

 

 

1

2

3

4

5

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1

6

 

7

8

9

10

11

12

 

2

3

4

 

5

 

6

 

7

 

8

13

14

15

16

17

18

19

 

 

9

 

10

 

11

12

13

 

14

15

20

21

 

22

23

24

25

26

 

16

 

17

 

18

 

19

20

21

22

-----

27

28

29

 

30

 

 

 

 

23

24

-----

25

26

27

-----

28

-----

29

 

 

 

 

 

 

30

31

 

 

 

 

 

 

 

 

SANTO/BEATO BRESCIANO DEL MESE

 Ottobre

 

BEATA IRENE (MARIA MERCEDE) STEFANI, vergine.
Nata a Anfo (Val Sabbia), Brescia 1891 – morta a Gekondi, Kenia, 1930
Proclamata beata sotto il pontificato di Papa Francesco;

Il rito di beatificazione è stato celebrato il 23 maggio 2015, in Kenya, presieduto dal cardinale Polycarp Pengo arcivescovo di Dar-es-Salaam.
Maria Mercede nel 1911 entra nell’Istituto delle Missionarie della Consolata e il 12 gennaio 1912 veste l’abito religioso prendendo il nome di Irene. Il 29 gennaio 1914 emette la professione religiosa
Nel 1915 partì missionaria per il Kenya dove allora l’evangelizzazione era agli inizi e quasi inesistenti le scuole e i servizi sanitari. Dal 1914 al 1920, lavorò come infermiera dedicandosi all’assistenza negli ospedali militari al tempo della Prima Guerra Mondiale, che raggiunse anche l’Africa. Suor Irene trascorreva le sue giornate di giovane missionaria, medicando, piaghe e ferite e distribuendo medicine e cibo, negli ospedali.
La seconda tappa della sua vita, dal 1920 al 1930, la trascorse nella missione di Gekondi, dedicandosi all’insegnamento scolastico istruendo le giovani consorelle giunte da lei per il tirocinio missionario.
Irene, missionaria del primo Novecento, durante il suo servizio negli ospedali militari in Kenya e in Tanzania per medici, infermieri era «l’angelo della carità». Nella missione a Gikondi, dove visse gli ultimi anni della sua vita, la gente la chiamava «madre misericordiosa» per la sua tenerezza soprattutto verso gli ammalati. La carità è stata la molla, che ha illuminato la vita di suor Irene e i vari appellativi con cui è stata chiamata sottolineano il proposito da lei fatto prima di raggiungere il Kenya “Amerò la carità più di me stessa”.
La beata suor Irene ci lancia un messaggio semplice: se si vuole essere felici bisogna dimenticare sé stessi, farci “prossimi” gli uni agli altri e dialogare con tutti, per portarli all’incontro con Cristo. La beata, ci ricorda che la carità non si racconta, ma si vive con gratuità e diventa, servizio…
La sua missione fu variegata e sempre in movimento: insegnante, consigliera delle donne e delle ragazze, confidente dei giovani e assistente sociale, rubava ore al sonno per scrivere lettere, da parte delle famiglie, ai giovani emigrati in cerca di lavoro. Aveva lo stile del buon Samaritano, che dona gratuitamente e senza protagonismo.
Irene ha dato la vita per l’Africa, morì a soli 39 anni, dei quali 18 trascorsi tutti in Kenya, curando un uomo ammalato di peste.

 

Memoria liturgica: il 31 ottobre

 

 

 

 

 

Frase presa dai discorsi o omelie di Papa Francesco:

Questa è la vita cristiana, una storia d’amore con Dio, dove il Signore prende gratuitamente l’iniziativa e dove nessuno

 di noi può vantare l’esclusiva dell’invito: nessuno è privilegiato rispetto agli altri, ma ciascuno è privilegiato davanti a Dio.
 


Papa Francesco  15/10/2017